VANDALI SFREGIANO IL MONUMENTO DELLA BATTAGLIA DI MEGOLO

Ancora un atto vandalico compiuto ai danni del monumento che all’alpe cortavolo ricorda la battaglia di Megolo. Nella notte, ignoti hanno rotto i i portafotografie del capitano Beltrami e dei suoi ragazzi, imbrattato il monumento con simboli che ricordano la svastiche. Nei pressi del monumento è stata ritrovata una bandiera o una sciarpa che potrebbe appartenere a gruppi di estrema destra. Le indagini sono in corso. L’amministrazione di Pieve Vergonte ha annunciato che sporgerà denuncia per quanto successo. In ordine cronologico, è questo il terzo atto vandalico compiuto ai danni di uno dei luoghi simbolo della resistenza in Ossola. L’amministrazione pievese, per voce del vice sindaco Medali, ha così commentato: “d’accordo con Anpi e Casa della Resistenza, l’atto di oggi sprona ad organizzare le commemorazioni per la battaglia di Megolo con più risonanza. Per amore della verità, analoghi episodi erano già accaduti con me sindaco e con l’ex sindaco Gravina, quasi a sottolineare che tocca a tutti in fase di avvicendamento”. Ferma condanna per quanto successo è arrivata anche dalla Federazione provinciale di Rifondazione Comunista che, attraverso la consigliera regionale Barassi, ha detto: “siamo in presenza di un fatto gravissimo”. fonte vcoazzurratv

Lascia un Commento